DermatologiaNews.net


News

Tretinoina: il trattamento topico associato ad aumentatata mortalità

Ricercatori del Veterans Affairs Topical Tretinoin Chemoprevention ( VATTC ) Trial Group hanno valutato la relazione tra l’utilizzo topico di Tretinoina ( Airol ), una crema retinoica di uso comune, e la mortalità per tutte le cause nello studio VATTC.

L’endpoint originale di questo studio era il rischio di carcinoma dei cheratinociti.
E’ stato dimostrato che la somministrazione sistemica di alcuni composti retinoici riduce il rischio di cancro ma è anche associata all’aumento del rischio di mortalità tra i fumatori.

VATTC era uno studio di chemioprevenzione, randomizzato, in cieco, con un periodo di follow-up di 2-6 anni. Hanno preso parte allo studio 1.131 veterani con età media di 71 anni.
Sono stati esclusi i pazienti con un rischio di morte a breve termine molto elevato.

I partecipanti sono stati sottoposti ad applicazioni di Tretinoina 0,1% o di una crema controllo su viso e orecchie due volte al giorno.

La principale misura di esito era la morte, che non era stata contemplata come endpoint nello studio originale.

Lo studio è termìnato con 6 mesi di anticipo a causa di un numero eccessivo di decessi nel gruppo Tretinoina.

Le analisi post hoc di questa differenza hanno rivelato minor squilibrio di età, comorbilità e abitudine al fumo, tutti importanti predittori di morte.
Dopo aggiustamento per questo squilibrio, le differenze in mortalità tra i gruppi randomizzati è rimasta statisticamente significativa.

In conclusione, è stata osservata un’associazione tra terapia topica con Tretinoina e morte. ( Xagena News )

Weinstock MA et al, Arch Dermatol 2009; 145: 18-24